Starnuti che levano il sonno Stampa Email

rinite-allergica

Rinite allergica o febbre da fieno, molto più di un semplice fastidio.
Per molti di noi… un vero e proprio "incubo" di stagione!

Si stima che un italiano su 5 ne soffra: naso che cola, starnuti irrefrenabili, prurito, occhi arrossati e lacrimazione, tosse, mal di testa e i sintomi spesso, peggiorano da sdraiati.

La stagione può essere un fattore scatenante, in primavera infatti l'allergia è provocata dal polline di piante infestanti come l'artemisia e l'ambrosia, dalle graminacee (grano, mais e riso) e dalla paritaria (appartenente alla famiglia delle urticacee, conosciuta anche come erba dei muri).
Anche grandi alberi come la betulla, l'olivo, la quercia, il platano e il cipresso possono scatenare l'allergia.
Mentre i temporali acuiscono i disturbi, perché l'azione dell'acqua fa scoppiare i granuli pollinici e gli allergeni si diffondono rapidamente nell'aria.

Nel corso degli ultimi decenni, numerosi studi hanno dimostrato che la rinite allergica ha un impatto significativo sulla qualità della vita di adulti e bambini, arrivando ad influenzare negativamente anche la qualità del sonno.
I sintomi della malattia allergica peggiorano infatti, durante le ore notturne, per varie ragioni.
Di notte i livelli di cortisolo scendono e questo implica una maggiore infiammazione per naso e polmoni.

La congestione provocata dagli effetti della rinite allergica, favorisce l'insorgenza o l'aggravamento di disturbi respiratori come il russamento o l'OSAS (sindrome delle apnee ostruttive), provocando frequenti risvegli o difficoltà all'addormentamento.

Le allergie all'ambiente domestico come agli acari della polvere presenti nel materasso peggiorano la situazione, scatenando l'istamina una sostanza prodotta dall'organismo come reazione alle manifestazioni allergiche che è coinvolta anche nella regolazione del sonno.

Una ricerca effettuata dall'Istituto Neuropsichiatrico dell'Università della California di Los Angeles, indica come fondamentale il ruolo dell'Istamina nella veglia.
Questo spiega anche perché assumendo antistaminici, spesso usati contro le allergie, si avverte sonnolenza.

Dato che il sonno è indispensabile per la salute fisica e mentale, le ripercussioni sulla vita sociale risultano evidenti: sonnolenza diurna e stanchezza spesso accompagnano anche gli starnuti più rumorosi!

Per questo è importante non sottovalutare le allergie di stagione e approntare rimedi adeguati seguendo il consiglio del proprio medico.

Pubblicato il 21 Maggio 2013

 
Cerca - Contenuti
Cerca - News
Cerca - Link web

Seguici su ...

Facebook-1 twitter 1  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Youtube-1

Banner-Books

Banner-App

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies tecnici necessari al suo buon funzionamento. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, leggi la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookies per questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
 

 © 2013 Morfeo nella Rete | Privacy & Note Legali | Powered by Blue New Media - Milano | Contatti | Mappa del Sito

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies tecnici necessari al suo buon funzionamento. Per saperne di più sui cookies e su come eliminarli, leggi la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookies per questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information